pane, primi, secondi

Quasi-Paratha alle zucchine


Inspirata dalle ricette di Vila (non ridere ti prego!) ho voluto provare i paratha, dei pani piatti ripieni con una crema di verdure…
Io ho inventato assolutamente tutto, quindi è veramente presuntuoso chiamarli paratha, ma non sapevo che nome dargli. Inoltre la mia tecnica di ripiegatura lascia decisamente a desiderare rispetto a quella indiana! Però il risultato è decisamente buono, super saziante, saporito e abbastanza completo.
Potrebbe essere un’idea per un pranzo al sacco o un aperitivo a buffet!
Ingredienti:
-3 bicchieri di farina integrale
-1 cucchiaino di sale marino integrale
-1/3 di bicchiere di olio extra vergine di oliva
-acqua quanto basta
Per il ripieno:
-2 zucchine
-1 carota
-1 spicchio di aglio
Preparazione:
Premetto che con queste dosi ho fatto 7 pani, larghi quanto un piatto fondo.
Innanzi tutto ho preparato l’impasto con la farina e l’olio, aggiungendo acqua fino ad avere una consistenza lavorabile, non troppo dura, ma non collosa. A questo punto ho lasciato riposare l’impasto ricoperto in frigorifero per un’oretta.
Intanto ho tagliato a pezzetti le zucchine e la carota; le ho aggiunte all’aglio in un tegame e le ho fatte cuocere con un filo d’acqua ed il coperchio per un quarto d’ora circa, quando erano morbide. A questo punto ho frullato molto bene le verdure, fino ad ottenere una crema.
Ho steso l’impasto in dischi sottili, rotondi, e su ognuno ho messo al centro una cucchiaiata di purea di verdure. A questo punto (gli indiani sono bravissimi, ma io lascio parecchio a desiderare!) ho ripiegato i lembi di ogni disco fino a chiuderlo sopra la purea e con il mattarello ho “schiacciato” il tutto per appiattire e stendere la crema di verdure all’interno.
Questo è stato il passaggio più ostico: con la pasta troppo sottile, stendendola con il ripieno, alcuni paratha mi si sono aperti lasciando fuoriuscire un poco di crema di verdure. Credo di aver lasciato la crema un po’ troppo liquida. E la forma non sono assolutamente riuscita a farla tornare tonda, quindi mi sono rimasti dei pani quadrati!
Li ho fatti cuocere in padella antiaderente, senza olio, lasciandoli qualche minuto per lato.

Annunci

4 thoughts on “Quasi-Paratha alle zucchine”

  1. Fino ad oggi ignoravo l’esistenza dei paratha, ma l’esperimento mi sembra molto interessante! Tutti i suggerimenti per cucinare le zucchine sono i benvenuti in questo periodo 🙂

    Mi piace

  2. ciao mammafelice!!!che copiona che sei: anche tu i parata?! hehehesai quanti ne ho fatti io prima che ho imparato a farli? lassem perdere… anche gli ultimi che ho fatto con le melanzane sono venuti come i tuoi. Ho voluto reciclare il ripieno ed era troppo liquido… uff!!cmq sembrano proprio buoni e sicuramente lo saranno stati!A te si cuociono senza grassi? Per me spesso hanno sempre quel retrogusto di crudo in quanto sono altini.Un bacione e a presto, vila

    Mi piace

  3. Ciao Abete, per vedere gli originali vai a vedere il blog di Vila!!!Vila, credo proprio che anche il mio ripieno fosse troppo liquido! Se schiacciavo troppo scappava da tutte le parti! E così son rimasti quadrati e alti! 🙂 Però buoni eran buonissimi!Sì hanno cotto senza grassi, ho una padellina antiaderente di quelle per fare le crepes e le piadine… Devono stare un po’ per cuocere anche dentro (e il dentro è sempre meno cotto) però vengono bene!Ciao

    Mi piace

  4. ciao Mammafelice!
    Non conoscevo questo tipo di pane indiano!
    Lo provero' di sicuro, anche perchè ho parecchie zucchine da consumare….ed ogni nuova ricetta è la benvenuta 😉
    Grazie!!!!! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...