Melaleggo in un boccone!

Ho avuto l’onore ed il piacere di sostenere tramite crowdfunding un bellissimo progetto: un volume che unisce meravigliosamente favole per bambini, illustrazioni dolcissime e golose ricette senza crudeltà!

Melaleggo in un boccone è ora realtà e potete acquistarlo per esempio qui.

Edizioni Moka e tre meravigliose autrici: Sara Cargnello in cucina a sperimentare le ricette, Tania Giacomello per le illustrazioni e testi delle favole di Elisabetta Angelin.

16864196_1864279810454910_5992855818778291499_n

Immagine tratta dalla pagina facebook melaleggo 🙂

Inutile sottolineare quanto Zoe fosse entusiasta! Favole della buonanotte ricche di spunti di riflessione (e il libro offre anche una sezione dedicata per metterli in evidenza, a sostegno di un eventuale utilizzo prettamente didattico), ma sopratutto ricette pensate per essere accattivanti, deliziose e al contempo semplici da realizzare: i bambini possono essere di aiuto e provare a cucinare! E collaborare alla preparazione dei pasti è una delle cose che aiuta maggiormente nell’acquisizione di un sano rapporto con il cibo, invoglia all’assaggio, permette di acquisire competenze e manualità divertendosi.

Tutte le ricette sono naturalmente prive di derivati animali, ma ricche di colori! Dal verde del pesto, al rosso della granita di anguria, con pop corn e formaggini vegetali, viaggiare attraverso le ricette consente di passare dai primi ai dolci, sempre in salute e divertimento per i più piccini.

Le favole affrontano ognuna un tema leggermente diverso, per aiutare i bambini a comprendere i rapporti tra le persone, gli animali e le cose, come suggerito dalle stesse autrici e le illustrazioni che le accompagnano sono deliziose: toni matita e pastello, sembrano essere stati appena disegnati sul foglio e le linee semplici sono di sostegno alla bellezza e delicatezza dei temi affrontati.

Non posso che consigliarvi caldamente l’acquisto, per tutti i piccini e per regalarne copie alle scuole 🙂

giovedi-del-libro-di-cucina

Annunci

Persiana

Un titolo facile e un libro magnifico!

Persiana per quanto mi riguarda è un piccolo capolavoro, nonostante i molti adattamenti, ma tutti semplici, che devo apportare alle ricette.

Avviso subito che si tratta di un libro di ricette onnivore, quindi  siate preparati a trovare anche ricette di carne. Ma per me rimane utilissimo ugualmente ed ho preso inspirazione copiando la preparazione e le spezie per preparare sostituti vegetali.

Altre ricette sono naturalmente vegan o facilmente modificabili: lo yogurt si sostituisce senza nemmeno pensarci.

Dai mezzè ai dolci, l’autrice ci guida con gentilezza e facilità nei sapori della cucina persiana, spesso utilizzando pochi ingredienti e senza spezie strane o difficili da reperire.

Ho provato ormai diverse ricette -a tutte riducendo i grassi però, spesso l’utilizzo dell’olio è davvero abbondante- e tutte sono piaciute e riuscite.

Consigliatissimo!

 

Cucinare crudo d’inverno.

giovedi-del-libro-di-cucina

Per i Giovedì del libro di cucina, ecco il libro che tutti gli amanti o i curiosi del crudo stavano aspettando: “Cucinare crudo d’inverno” di Sara Cargnello, Edizioni Sonda.

Sara è sicuramente tra i pionieri, anzi possiamo dire La pioniera del tutto crudo in Italia e ha messo la sua tanta esperienza sull’argomento a disposizione di tutti, sia nel suo sito, sia attraverso i libri.

crudo inverno

Questo è forse piccino (perchè avrei voluto continuare a leggere le sue ricette all’infinito!), ma assolutamente unico, dal momento che ha scelto di guardare alla stagione più difficile per i crudisti alle nostre latitudini.

E senza noia o mancanza alcuna! Non mancano i piccoli consigli pratici per regalarsi un po’ di tepore anche senza cottura e idee per trasformare frutta e verdura considerata -a torto- un po’ più noiosa, dalle pere ai cavoli.

Nelle sue ricette c’è attenzione alla stagionalità, all’origine degli ingredienti ed anche alla semplicità di preparazione.

DSCN2616

Davvero chiunque può avvicinarsi al crudo attraverso questo libro immancabile nelle cucine non solo di chi tende più o meno al crudo, ma anche e sopratutto per tutte quelle persone che si chiedono come fare a inserire le cruditè quando fa freddo fuori 🙂

Dalla colazione (in foto, la granola), alle zuppe, ai dessert, tutto è al tempo stesso semplice e goloso, combinazione rara e preziosa!

Consigliatissimo!

 

Vegan Street Food

giovedi-del-libro-di-cucina

Per i Giovedì del libro di cucina,  oggi consiglio il libro di Eduardo Ferrante, Vegan Street Food, Edizioni Macro.

Eduardo è un grande chef e un inguaribile viaggiatore: proprio in viaggio ha approfondito e arricchito le proprie competenze in cucina, come racconta lui stesso nel suo sito ricco di spunti e ricette, Vivir Vegan.

Potrete anche assaggiare le sue prelibatezze nel nuovissimo ristorante L’Orto-già salsamentario, a Torino.

Ma veniamo al libro!

vegan street foodEcco un libro che consiglio a tutti gli amanti della cucina etnica, a tutti gli amanti dei finger food e a chi cerca idee un po’ diverse dal solito per le cene con gli amici, i compleanni, le feste, i ricevimenti e… magari anche la cena 🙂

Molte ricette “da strada” sono pratiche da servire e tenere in mano, alcune richiedono una lavorazione un po’ più lunga, come i deliziosi samosa, altre sono vergognosamente facili, ma non per questo meno deliziose, come il mango verde speziato!

Le ricette, corredate da bellissime fotografie di Rocio Saa, viaggiano attraverso i continenti, con capitolo suddivisi per regione geografica:

Europa mediterranea

Europa continentale

Africa

Medio Oriente

Americhe

Estremo oriente

Ricette di base

DSCN2618

Vi mostro per concludere l’immagine forse del più noto street food: i falafel! Non a caso immagine scelta anche in copertina 😉

Riprendo le parole che Eduardo mi ha scritto nel volume: il cibo e l’amicizia sempre accomunano i popoli.

 

Per i giovedì del libro: “Legumi: proteine vegetali”

giovedi-del-libro-di-cucina

Eccomi a scrivere di un libricino edito da Gribaudo, attualmente reperibile attraverso diversi quotidiani nazionali (link a uno degli shop dove eventualmente acquistarlo qui).

L’autrice delle ricette è una bravissima blogger, che potete seguire qui.

DSCN2311

Ammetto di averlo tra le mani da pochi giorni e di non aver ancora provato alcuna ricetta, ma al costo di 5,90 euro lo consiglio a prescindere 😉

La mia impressione è ottima! Sono una piccola adoratrice dei legumi e mi capita abbastanza spesso di dover dare consigli sulle varie possibilità per inserirli nella propria alimentazione quotidiana.

Questo agile volume, arricchito da fotografie invitanti e colorate, suggerisce ricette tutte al 100% vegetali, alcune molto semplici (per fortuna), altre leggermente più elaborate, tipo questa! Non sono invitanti i cestini?

DSCN2312

I legumi sono elemento centrale di ogni piatto, compresi dessert e suggerimenti adatti alla colazione, senza dimenticare ovviamente primi e secondi, contorni e spuntini.

Una piccola introduzione di Alberto Fiorito, che può essere utile per avvicinare il lettore onnivoro a questo tipo di alimentazione.

Sicuramente consigliatissimo!

Il libro della permacultura vegan

DSCN2200

Per i giovedì del libro 🙂

giovedi-del-libro-di-cucina

Edizioni Sonda, autore Graham Burnett. Un piccolo-grande libro, che ho subito amato!

L’edizione italiana è curata e tradotta da Annalisa Malerba, che è una garanzia 😀

DSCN2201

Per quanti sono già esperti e navigati in permacultura, le parti dedicate alle mani nella terra sono forse un po’ generiche, ma è davvero un testo ricchissimo di spunti e informazioni, idee e suggerimenti.

Sebbene una agricoltura totalmente vegan sia abbastanza nota e ormai sperimentata, in Italia è sicuramente poco diffusa e poco conosciuta -oltre che un po’ bistrattata e canzonata da una parte di coloro che praticano permacultura- e questo mi risulta essere l’unico libro esistente sull’argomento.

Il libro è perfetto per quanti si stanno avvicinando alla vita in campagna o vogliono cominciare a progettare, ma anche per chi sta in città e magari vuole “solo” pensare diversamente balconi o terrazzo.

Anche perchè ogni capitolo è accompagnato da numerosissime ricette e nel lavoro di traduzione Annalisa ha arricchito le pagine con link e riferimenti alla realtà italiana.

Per i Giovedì del libro di cucina: Cade a fagiolo!

giovedi-del-libro-di-cucina

Mi sento un po’ nerd, ma adoro entrare nei dettagli e curiosare nella storia dei cibi 🙂

Questo volume, “Cade a fagiolo”, di Flavio Birri e Carla Coco, Ed. Marsilio, è un piccolo gioiello attualmente ad un prezzo più che competitivo.

cade a fagiolo

Con aneddoti, citazioni e racconti avvincenti è narrata la storia del fagiolo, dal fagiolo dall’occhio presente nelle ricette dell’impero romano ai fagioli del nuovo mondo.

La narrazione è costellata di ricette tratte dalle fonti che, secolo per secolo, sono state trovate.

Per comodità le stesse sono anche raccolte tutte assieme alla fine. Va ricordato che le ricette rimaste consegnate ad imperitura memoria sono quelle che erano dedicate ai benestanti, anzi, ai super benestanti 😛 Ed infatti per secoli al prezioso legume sono dedicate ben poche righe nei grandi libri di cucina.

Che altro dire, vi regalo la più antica ricetta di fagioli 😉

citazione fagiolo