idee pratiche, scelte ecologiche

Cottura con la coperta in versione moderna: cottura nel thermos!

Avevo sentito parlare della cottura con la coperta e ne ho letto in questo libro.
In sostanza si tratta di portare a bollore il cereale, integrale e in chicco, dopo di chè spegnere il fuoco, avvolgere la pentola con una bella coperta e lasciare che il calore porti lentamente a termine la cottura. Da fare la sera per il giorno dopo o al mattino, durante la colazione per esempio, per ritrovarsi i cereali pronti la sera. Una volta cotto il cereale in chicco si conserva in frigorifero, in contenitore chiuso, anche per una settimana ed è possibile scaldarlo e condirlo volta per volta.
La cosa risulta utile sotto più aspetti: sebbene il tempo di cottura sia in realtà molto lungo, il tempo che vi si deve dedicare è minimo e non c’è rischio di bruciare tutto; inoltre il consumo di energia è ridotto al minimo (il tempo necessario a portare a bollore, anzichè un’ora -spesso- di cottura); infine i nutrienti: minore la temperatura di cottura, minore la distruzione dei nutrienti termolabili 😉
Francamente però non avevo mai provato, in sostanza perchè non avevo una coperta di dimensioni adatte, che fosse comodamente riponibile da qualche parte in cucina…
Poi ho scoperto questo sito! Ed ho in seguito scoperto che esistono siti interi di ricette e consigli per la cottura nel thermos, come questo.
Il principio è lo stesso del metodo della coperta, ma si usa un più pratico thermos per mantenere il calore abbastanza a lungo.
Io ho personalmente sperimentato 2 sistemi per la cottura dei cereali in chicco (faccio notare che per la cottura dei legumi non è adatto, perchè serve una temperatura costante di 100°C, sopratutto per disattivare alcuni antinutrienti che li rendono indigesti se crudi).
Metodo 1) ho messo orzo o avena in ammollo per almeno una notte; al mattino scolati bene e riscaldato il thermos con acqua calda per qualche minuto. Poi si mette semplicemente il cereale nel thermos e lo si riempie di acqua bollente. Si chiude ed il gioco è fatto. A cena son cotti 😉
Metodo 2) se non c’è il tempo per un buon ammollo che ammorbidisce preventivamente il seme, aggiungere acqua bollente ai semi freddi non è sufficiente (si raffredda troppo velocemente), occorre allora portare a bollore appena qualche minuto il cereale in acqua, sul fuoco, e travasare il tutto nel thermos, nel quale la cottura sarà lentamente ultimata!

L’idea mi sembra meritevole di menzione, perchè economica (sopratutto d’inverno se avete una stufa ed un bollitore sempre pronto!), pratica e utile, in particolar modo per chi è indaffarato con bambini, ma ha bisogno di pasti sani per tutta la famiglia, nel minimo tempo utile 😉
E’ vero: serve l’acquisto, se non ne possedete uno, di un thermos capiente e di buona qualità, di quelli per contenere vivande (in acciaio inox e non in plastica, chevvelodicoaffare!), ma se viene utilizzato anche come porta-vivande per escursioni e pic-nic, credo che tutto sommato l’acquisto valga la pena!
Che ne dite?

Annunci

12 thoughts on “Cottura con la coperta in versione moderna: cottura nel thermos!”

  1. Dico che e' geniale 🙂
    Non ho termos di nessun tipo ,ne piccolo ne enorme 😦
    Ogni volta mi spaventano i prezzi 😦
    Quelli di plastica costano poco ma non lo voglio!
    Di sicuro ora ho un motivo in piu' per averne uno in acciaio 🙂

    Mi piace

  2. ciao. dovrebbe essere in commercio un libro intitolato “cucinare a fuoco spento”; non sono riuscita a trovarlo nelle biblioteche vicine a me e non ho ancora provato tramite libreria o internet. se lo conosci puoi farmi sapere se è interessante?
    cristina

    Mi piace

  3. COme sempre sei interessantissima 🙂 Io uso 3 thermos da 3 lt per le fermentazioni o per servire salse calde nei picnic, dolci e salate. Per la cottura 'a fuoco spento' 99% delle volte si tratta di pentola a pressione e coperta. Ma fatto sempre an(n)archicamente, dovrei sistematizzare di più.Confermo che è un ottimo metodo!

    Mi piace

  4. metodo decisamente da provare, per i motivi che esponi sicuramente, trovo che l'economia e il risparmio di tempo non siano da sottovalutare assolutamente anzi…
    grazie mille.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...