Gravidanza Vegan :-)

E ora: parliamone!!!!
Oramai è fatta, andata, finita, da più di 2 settimane.
Piccola cucciola cresce con latte di mamma (non senza peripezie, ma l’importante è che sia latte materno) e il cordone è ormai staccato da un bel po’, siamo 2 esseri indipendenti ora.
Quindi posso fare un sunto della mia gravidanza da vegan (la mia precedente gravidanza fu da vegetariana, per quanto consumassi per fortuna relativamente pochi latticini).
Tralascio dal resoconto, che sarà molto breve, di parlare delle nausee, perchè queste non hanno nulla a che vedere con l’alimentazione o lo stile di vita, almeno così pare.
Leggo spesso (ne ho letto proprio or ora) che alcuni disturbi sono tipici della gravidanza e NORMALI. Alcuni sì, è vero, ma veramente pochi (come le nausee appunto, che comunque non tutti subiscono), non certo quell’elenco infinito che fanno della gravida una persona affetta da infermità!
Costipazione, gambe gonfie, vene varicose, reflusso, ernia iatale o bruciori di stomaco, emorroidi, ipertensione e diabete gestazionale. Queste cose NON sono normali (anche se frequenti poichè avvengono più facilmente in gravidanza per ovvi motivi fisici, quali l’aumento di peso ed il volume dell’utero in accrescimento che comprime stomaco, intestino ecc.).
Spesso mi era stato detto che, aspettando Nicolò, non avevo sofferto di gonfiori perchè era inverno. Ora ho fatto la gravidanza d’estate e, sebbene l’estate nel complesso sia stata fresca, le ultime settimane sono state torride: niente gambe gonfie. Nemmeno un po’.
La dieta vegetale povera in sale, grassi saturi e ricca di frutta e verdura con cui fare il pieno di potassio aiutano sicuramente tantissimo, ma anche camminare e respirare bene!
Posso dire che, rispetto alla prima gravidanza, ho preso meno peso, senza fare alcun sacrificio o sforzo in questo senso. Ho sempre mangiato a sazietà, quando ne avevo voglia e cosa avevo voglia (quindi anche con eccezioni significative rispetto a quanto considero idealmente sano).
Reflusso o acidità di stomaco? Ma nemmeno per sogno! Capitano quando si mangiano alimenti di digestione laboriosa, come i grassi e le proteine animali. L’amido di cereali integrali, patate, radici e tuberi, se non mescolato con mattoni indigesti quali gli alimenti animali, è prontamente digerito e non richiede un forte abbassamento del pH dello stomaco.
Costipazione? Ma non scherziamo. La norma per un vegan che mangi correttamente (certo ci può essere un vegan che mangia schifezze) è andare di corpo più volte al giorno, senza il benchè minimo sforzo. Questo facilita il transito anche in situazione di scarsa motilità come l’ultimo trimestre di gravidanza ed il fatto di non doversi sforzare è proprio ciò che ci difende da ernie ed emorroidi. Grazie ai vegetali ed alle fibre, bevendo a sufficienza e grazie all’assenza di latticini (spesso causa di problemi di costipazione) è praticamente impossibile non andare di corpo regolarmente.
Diabete gestazionale: ho incontrato almeno 3 donne con diabete gestazionale nella ristretta cerchia delle mie conoscenze incinte in contemporanea a me! Oltretutto persone non in sovrappeso. Le diete consigliate loro facevano letteralmente PAURA e spesso era stata accusata la frutta! Ho sentito frasi del tipo “mangiavo ancora troppi carboidrati, riducendoli ulteriormente la glicemia non sale troppo”.
E grazie: se non mangi zuccheri l’insulina non sale, ma non significa affatto che la situazione è risolta, anzi! Così si seguono diete iperproteiche, che peggiorano ulteriormente la risposta insulinica! Migliorare la propria risposta insulinica -guarire- significa poter mangiare zuccheri ed avere un pancreas che lavora e cellule efficienti nel recepire il messaggio dell’insulina. Essere sani non significa evitare di mangiare tutti gli zuccheri, ma al contrario significa poterli mangiare senza problemi! Nota importante però: parlo di zuccheri nel senso letterale, non intendo dire che faccia bene o sia cosa saggia mangiare zuccheri raffinati. Io intendo sempre zuccheri come presenti naturalmente nell’alimento integro.
Comunque, tornando a noi, una dieta ricca di fibra, di verdure, di frutta, giusta e non eccessiva in proteine e moderata in grassi è l’ottimale per consentire al nostro organismo la gestione corretta e più che efficiente degli zuccheri nel sangue.
Che altro? Ipertensione? A meno di esagerare col sale o con la caffeina (a cui alcune persone possono essere particolarmente sensibili in merito all’aumento di pressione), è cosa ardua avere la pressione alta senza il consumo di alimenti animali 😉
Volete una spiegazione completa? Consiglio questa lettura: Guarisci il tuo apparato Digerente, di John McDougall.
L’elemento a cui fare -ovviamente- attenzione, è la B12, che va sempre integrata ed il cui fabbisogno aumenta in gravidanza ed anche e sopratutto in allattamento. Per quanto riguarda il ferro, nel terzo trimestre è normale che la ferritina scenda, pertanto molto dipende dalle scorte di partenza. Ricordo che comunque la bassa ferritina è problema molto frequente anche tra le onnivore, essendo il bilancio del ferro una questione piuttosto personale, dipendente il più delle volte dalle capacità di assorbimento piuttosto che da una carenza dell’elemento nella dieta.
Un interessante post di discussione sull’alimentazione vegan in gravidanza qui.
Un bel post ricco di consigli, questo di MammaVegana.
E per scambi di opinioni come sempre consiglio la sezione “Vegetarismo e veganismo nell’infanzia” di ForumEtici 🙂
Edit: mi sono resa conto che, sull’onda dell’entusiasmo, ho scritto dando l’impressione che ritengo lo stile alimentare vegan panacea per ogni male e la dieta onnivora causa di ogni male. Naturalmente non è così, ci tengo a precisarlo. Premesso che la scelta vegan è per me prima di tutto etica, è noto che si può mangiare bene e male che si sia onnivori o vegetariani. Vi sono problemi solo parzialmente collegabili all’alimentazione ed esiste senz’altro una predisposizione individuale (o magari causata da abitudini alimentari nella primissima infanzia? Chissà) a determinati disturbi.
Per esempio nella mia famiglia, seguendo esattamente la stessa dieta onnivora, mio padre ha la tendenza alla stitichezza, mentre mia madre no.
Ma rimane il fatto che per i problemi che ho elencato (e per svariati altri oltretutto), praticamente inesistenti o quasi nelle popolazioni che non seguono una dieta di tipo occidentale, la dieta è il fattore determinante. E una dieta fortemente plant-based è la migliore sia a scopo preventivo che curativo in questo senso.
Se poi ci aggiungiamo il buon karma di uno stile alimentare nonviolento ed aspecista, direi che la scelta è facile!

Annunci

19 thoughts on “Gravidanza Vegan :-)

  1. ho letto il tuo post fino a ” La norma per un vegan che mangi correttamente (certo ci può essere un vegan che mangia schifezze) è andare di corpo più volte al giorno, senza il benchè minimo sforzo”….x quale motivo io sono stitica (come mamma…entrambe costrette ad “aiutino” quotidiano x andare in bagno )?????? 😦

    Mi piace

  2. Evviva! Post esauriente da far leggere a tutti quelli che “almeno un po' di formaggio ora che sei incinta lo mangi, no?”
    Io ti posso confermare che i primi cinque mesi della mia gravidanza sono andati a gonfie vele. Oltre a stare benissimo “esteriormente”, il mio corpo mi manda degli ottimi segnali, ad esempio ho le unghie durissime che non si scheggiano pur avendo raggiunto quella che per me è sempre stata la lunghezza “critica”.
    Grazie per avermi citata, ma quel post è tutto merito tuo e di Seitan. Facile fare copia-incolla, quando i maestri sono precisi e accurati come voi!

    Mi piace

  3. @Valina: bè, servirebbe un dettaglio di quello che mangi, ma anche e forse sopratutto, di quello che hai mangiato in passato! Se il problema riguarda anche tua madre, oltre a una certa predisposizione può esserci stato qualcosa di sbagliato nell'alimentazione di famiglia. I latticini sono spesso il primo imputato e per alcune persone anche un consumo moderato può essere determinante. Se puoi escludere ovviamente mancanza di moto/scarsa assunzione di liquidi e stress (per esempio se fai un lavoro che ti impedisce di andare al bagno quando vuoi), rimane solo la dieta.
    Però, anni di difficoltà e di “aiuti” come i lassativi possono aver indebolito la muscolatura intestinale.
    Perciò ci vuole pazienza: i cibi giusti (che già conosci) sopratutto amidacei e verdure e riempire per bene la pancia (mangiare poco non aiuta! anzi). Rimuovi completamente le proteine vaccine e aspetta anche alcuni giorni senza usare lassativi o simili. Se non si riuscisse ad andare in bagno per una settimana occorrerebbe comunque un controllo medico. Puoi usare i semi di lino come blando lassativo. Quanto scritto è più o meno ciò che viene consigliato nel libro che ho linkato nel testo!

    @Mamma Vegana: troppo gentile! Anche io unghie in gran forma! Alla faccia di chi dice che non si può 🙂

    Mi piace

  4. bellissimo post, davvero! non sono mamma, ma lo vorrei, e già tremo ora all'idea delle pressioni e le minacce a cui sarò sottoposta il giorno in cui dirò di essere una mamma vegan, quindi, grazie per la tua testimonianza! Per quello che scrivi riguardo l'alimentazione, sono d'accordo con te al 100% (eccetto forse per la B12, non tutti dicono che sia necessario integrarla).
    Tanti complimenti per la tua bellissima creatura!!

    Mi piace

  5. Sono incinta di 6 mesi, sono vegana ma non sono attentissima nel senso che la mia è più una scelta salutistica che etica (ma non datemi della crudele, agli animali tengo anch'io….a modo mio, direte voi, ma ci tengo….), fino ad ora ho preso si e no 2 kg, con questa gravidanza(la quarta)ho smesso di mangiare le unghie (che mangiavo da quando ho 3 anni di età…..)e non ho avuto il problema, finora di unghie spezzate o sfogliate, anzi una volta ogni 3settimane devo chiedere ad un'amica di tagliarmele e curarmele perchè non avendolo mai fatto non sono capace e poi perchè crescono in fretta e non sono capace di gestirle senza graffiare e lasciare segni alle pupe….e i capelli?? vogliamo parlarne??? Ho proprio visto la differenza tra qualche tempo fa ed ora…..ho fatto volutamente una prova (ma non schifatevi…): non ho lavato i miei capelli per 2 settimane….vi assicuro che dopo 15 giorni me li sono lavati più per l'idea di sapere quanto tempo erano fermi piuttosto che per lo sporco….ho chiesto alle persone più fidate e mi hanno detto che non avrebbero mai pensato che i miei capelli non fossero lavati da così tanto tempo……certo, non erano come il giorno in cui li si lava, ma non erano nemmeno unti e bisunti (altrimenti vi assicuro, li avrei lavati prima!!!! =))) sono piccole scoperte, possono parere anche stupide, ma ti portano comunque a riflettere….per non parlare della salute….tutti alla prima giornata di frescolino si riempiono di raffredore, tosse, catarro, naso che cola….E tu no….non sarà sempre una combinazione, no???? Per me l'essere vegana mi ha totalmente migliorato la vita (a me ed alla mia famiglia naturalmente….), anche se a volte cedo più alla golosità che al buonsenso…… Sono contenta di aver trovato mamme come voi che si interessano alla salute propria e dei propri figli…anche se per scopi diversi…. =))) smack!!!

    Mi piace

  6. In passato ( 7-8 anni fa) seguivo la dieta a zona, quindi proteine animali a iosa 😦 adesso è un anno e mezzo che sn praticamente veg…i latticini li ho mangiati solo ai due matrimoni a cui sb andata un mese e mezzo fa! Mangio tantissima verdura, tnt frutta, crusca, prugne secche…che rottura!!

    Mi piace

  7. Bellissima testimonianza, dovrebbero essere prese in considerazione molto più seriamente di quanto avviene oggi nel mondo della medicina tradizionale….mi stupisco di come persone che guardano alla scoperta e all'avanzamento della scienza non riescano nemmeno a considerare cose che hanno sotto gli occhi tutti i giorni….

    E grazie per il resto, gentilissima 🙂
    Barbara

    Mi piace

  8. Grazie mi sei stata di grande aiuto e supporto. 🙂 volevo chiederti, ma quale integratore di b12 hai preso? ce ne sono tanti e non so come comportarmi 😉 grazie grazie grazie

    Mi piace

    1. @Chicca777: io usavo la long life da 2000 mcg, ma non è più commercializzata in Italia. Ora si trova solo da 50 mcg, che sono quindi da prendere almeno a giorni alterni in gravidanza. Altrimenti si può ordinare le nugget solgar da 1000 mcg sul sito solgar inglese 🙂

      Mi piace

      1. Grazie ancora. Leggevo sul sito della Solgar italiano del prodotto Alimento B che contiene 18mcg di B12. Credo che se preso tutti i giorni possa andare bene. Cosa ne pensi?

        Mi piace

    1. Si si contiene una serie di vitamine B. Potrei provare e controllare di tanto in tanto il livello di B12, dalle ultime analisi ne ho in abbondanza 😉 grazie ancora. Splendida Giornata

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...