erbe spontanee, primi, segnalazioni, varie

Grano alle Primule ed Ecoistituto Alto Polesine


Una persona speciale mi ha regalato del grano duro in chicchi. Chiunque di voi abbia un mulino ed abbia cercato il grano duro sa quanto sia introvabile! La mia gioia e la mia riconoscenza di fronte a questo dono sono dunque incommensurabili!
Ho deciso di sfruttare il potenziale di questi meravigliosi chicchi (dopo ammollo di più di 12 ore), in una ricetta presa dal blog Cucina-vegetariana, esattamente qui (io ho sostituito il riso con il grano).
Le primule sono per fortuna molto, ma molto abbondanti nel mio giardino e tagliarne i fiori e qualche foglia, avendo cura di non rovinare le piantine, non arreca alcun danno.
La ricetta è deliziosa, le primule regalano al piatto un profumo delicato, buonissimo!

Veniamo alla persona speciale, Annalisa, splendida mamma e co-fondatrice dell’Ecoistituto alto Polesine, di cui copio parte dello Statuto, di modo che ognuno di voi possa scoprire di cosa si tratta! E’ una iniziativa molto bella, spero che presto possano aprire una pagina internet aperta a tutti per diffonderla! Se desiderate maggiori informazioni potete contattarla direttamente: annalisa.malerba@libero.it

Statuto dell’Associazione “Ecoistituto Alto Polesine”

Art.1 – Denominazione, sede e durata
E’ costituita ai sensi della legge 383/00 l’associazione di promozione sociale “Ecoisitituto Alto Polesine” con sede nel comune di Trecenta ( Ro ), via Bassa Berguarina, 956.
(CF 91009360297)
La sua durata è illimitata.

Art.2 – Scopo
L’associazione, senza finalità di lucro, persegue finalità ricreative, educative, culturali, scientifiche, assistenziali e terapeutiche nei seguenti ambiti:
 Agricoltura Sociale: il contesto agricolo come luogo privilegiato per un’interazione positiva uomo/ambiente. In particolare accoglienza, formazione, integrazione e reinserimento sociale e lavorativo di categorie svantaggiate, attività terapeutiche e riabilitative, educazione dei bambini dei ragazzi e degli adulti, ricerca di nuove forme di welfare territoriale che valorizzino le specificità e le risorse produttive, ambientali, culturali e sociali delle aree rurali.
 Agricoltura Sostenibile: studio, ricerca, sperimentazione, divulgazione e promozione di pratiche agricole rispettose dell’ambiente e delle persone, nella direzione di una agricoltura in equilibrio ecologico coll’ambiente, ripristino e tutela dell’ecosistema rurale, promozione e divulgazione di stili di vita e consumo a basso impatto.
 Tecnologie Appropriate: studio, ricerca, sperimentazione, divulgazione e promozione di tecnologie economiche e praticamente accessibili ad ognuno, adatte ad essere applicate su piccola scala, soprattutto a livello locale, compatibili con il bisogno di creatività dell’uomo, ecologicamente e socialmente sostenibili.
 Vita Comunitaria e Democrazia Partecipata: studio, ricerca, sperimentazione divulgazione e promozione di forme di organizzazione sociale che favoriscano la partecipazione attiva e responsabile alla vita della comunità locale e a quella sociale in generale, lo spirito di condivisione e promuovano i valori di libertà individuale, solidarietà e sussidiarietà nello spirito di accoglienza e di valorizzazione delle diversità tra le persone.

Art.3 – Attività

In particolare l’Associazione si propone di organizzare e attuare:
 occasioni di formazione e divulgazione (seminari, giornate di studio, conferenze, produzione di materiale divulgativo, etc.);
 attività di ricerca, studio e sperimentazione sia teorica che pratica;
 convenzioni di collaborazione e scambio con altri enti (istituzioni pubbliche, aziende, associazioni, etc.);
 riqualificazione e valorizzazione della sede sociale (biblioteca, laboratori, spazi di convivialità, ospitalità, e ricreazione, fattoria didattica, etc);
 attività terapeutiche, assistenziali e riabilitative nei confronti di soggetti deboli o svantaggiati, con particolare riferimento alle realtà locali;
 pratiche di recupero e salvaguardia dell’ambiente rurale e della biodiversità;
 attività culturali, artistiche e ricreative;
 produzione di beni e servizi inerenti e compatibili con le finalità statutarie e la natura di associazione di promozione sociale.

e qualsiasi altra attività idonea al conseguimento delle finalità istituzionali del sodalizio.

Annunci

14 thoughts on “Grano alle Primule ed Ecoistituto Alto Polesine”

  1. Wow la nostra prima recensione! Solo che ora mi viene l’ansia..sei stata troppo buona, siamo solo in partenza! Niccolò (post sotto) è sempre più carino! Vedi, ero sicura che il frumento sarebbe andato a buon fineUn abbraccione, Anna

    Mi piace

  2. Lo so, ho da poco acquistato un mulino e ho dato la caccia per un pò al grano bio. Fortunatamente insieme al nostro piccolo gas (che abbiamo fondato da poco con altre tre famiglie amiche) abbiamo trovato un mulino che vende, oltre tante varietà di farine, anche il grano (grano duro, grano saraceno, grano saragolla, segale, farro, ecc). E’ una cosa bellissima fare il pane con la farina appena macinata. Se ti interessa il mulino ti posso dare il link dove l’ho ordinato – direttamente dalla Germania, saltando un passaggio (che è quello della distribuzione italiana) risparmiando perfino 90 euro sul prezzo. Non costa poco ma noi abbiamo chiesto quest’anno a tutta la nostra famiglia di non comprarci regalini vari (spesso inutili) per natale ma di partecipare all’acquisto del mulino e del Vegan Star. E’ stata un’iniziativa buona, loro erano sollevati per non dover scegliere dei regali er noi e noi finalmente ci siamo comprati queste due macchine che hanno rivoluzionato la nostra cucina.E’ interessante la ricetta, non ho mai sentito dell’uso delle primule in cucina. Credo che lo proverò.Buon fine settimana! 🙂

    Mi piace

  3. Chissà dove ho risposto prima… mah!Grazie, purtroppo (si fa per dire)ho già ricevuto il mulino in dono per la laurea (preso dal rivenditore italiano, pazienza ormai!) ed anche a me ha rivoluzionato la cucina 😉Faccio anche la farina di legumi che aggiungo alla pasta fatta in casa 😀

    Mi piace

  4. buono!! Tempo fa ho regalato ad un’amica un libro di ricette con i fiori…. bellissime e buonissime..Per curisità mi potresti dire quanto costa circa il mulino? Grazie 🙂

    Mi piace

  5. Grazie! ora me lo vado a cercare…Appena rivedo la mia amica mi faccio dare il titolo giusto del libricino, io non lo ricordo, poi te lo dico….E’ veramente carino 🙂

    Mi piace

  6. Anche a me interessa il libro. Eliana, il mulino ho acquisato qui:http://www.perfektegesundheit.de/shop/default.php?cPath=84&language=en&osCsid=925bf4b0fda82180efba1f5390738f0aSono veramente affidabili e veloci. Tedeschi insomma. 🙂Mammafelice (ma come ti chiami veramente?), ho appena scoperto che il tuo libro preferito è Shantaram. Io lo sto leggendo ora e mi sta piacendo tantissimo. Io ti consiglio Il ragazzo giusto di Vikram Seth se no lo hai già letto.Ciao. 🙂

    Mi piace

  7. Ciao Mammafelice, che bella questa ricetta primaverile 🙂 Almeno in cucina un po’ di sole, visto che qui il cielo è sempre grigissimo.Interessantissima anche la discussione sul mulino… mi segno il link tedesco, così magari lo compro in occasione della mia prossima visita ai suoceri.

    Mi piace

  8. Anche qui tutto grigio e piove… Però un po’ ci voleva dai! Spero solo che non piova tuuuutta la primavera come l’anno scorso 😉per il mulino, guarda quando sei in Germania, perchè credo davvero lì costino meno (proprio perchè sono produzioni tedesche)! Comunque è un’acquisto che, soldi permettendo, mi sento assolutamente di consigliare!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...