legumi, primi, riciclare gli avanzi, secondi

Quadrotti di riso e soia


Spesso, quando faccio il riso, esagero le dosi!
Uno dei sistemi più pratici per riciclare il riso avanzato è farne polpette, sformatini o stenderlo in una teglia per tagliarlo a cottura avvenuta come faccio io: i quadrotti.
In questo caso ad uno risotto avanzato ho aggiunto pari quantità di granulare di soia (o fiocchi di soia, vanno bene lo stesso) lasciato in ammollo una diecina di minuti e poi strizzato. Qualche cuchiaio di farina di riso o di fecola di patate aiutano ad amalgamare l’impasto.
Infine “correggo” il sapore con un poco di sale/pepe/spezie a seconda del condimento del risotto.
Steso in una teglia ben unta o su carta da forno, cuoce in circa 20 minuti a 180 °C. E’ necessario aspettare qualche minuto che diventi meno caldo affinchè si solidifichi ulteriormente per tagliarlo (io uso la rotella per la pizza) in tanti quadrati e rettangoli.
Ecco quindi pronto un secondo che sostituisce egregiamente la “cotoletta”, perfetto per accompagnare un bel piatto di verdure, dal profilo amminoacidico completo, ma tanta leggerezza!
Ah, naturalmente io li trovo anche tanto buoni e il topo li mangia sempre volentieri!

Annunci

8 thoughts on “Quadrotti di riso e soia”

  1. mmmmm…gnammmm… ma questo granulare di soia cos’è? E’ tipo uno spezzatino di soia liofilizzato tritato sottile o altro? Solletica la mia fantasia culinaria…Mi piacciono queste ricette buone-facili-veloci!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...